Le origini del cocker

in Home

Scopriamo le origini di questa razza dalle mille sorprese.

Il cocker spaniel è il diretto discendente dei primi Spaniels, cani il cui nome deriva dall’origine spagnola.

Oggi esso è uno dei più popolari cani da caccia e certamente un beniamino dell’uomo anche in città. E’ robusto, impaziente, allegro e instancabile. Per coloro che sanno addestrare e utilizzare i cani di questa razza, e possono trarre vantaggio dalla loro intelligenza e dalla loro innata attitudine al lavoro, rappresenta l’ideale compagno di caccia. Il cocker è soprattutto un cane cacciatore e come tale scova e stana tutta la selvaggina che può. Ama tutti i tipi di terreno anche i più accidentati ed è molto rapido nel suo lavoro.

La prima citazione del nome spaniel appare in Inghilterra nel “ Wife of bath’s prologue” di Chaucer scritto nel XIV secolo; a partire dal XVII secolo vi furono diversi tipi di cane da caccia detti Spaniel senza alcun riguardo alla loro forma e alle loro dimensioni, ma tutti derivavano chiaramente dallo Spaniel Spagnolo.

Il Cocker Spaniel è un cane vivace che trova le sue origini negli Spaniel di re Carlo che furono importati dalla Francia e dall’Italia e che furono molto amati da Carlo I e da Carlo II. In quei tempi i cani possedevano un naso lungo, poiché i cani dal naso corto furono allevati molto più tardi.

Il duca di Malborough effettuò esperimenti con degli allevamenti speciali e realizzò degli incroci tra gli Spaniels di re Carlo con i suoi Spaniels rossi e bianchi di razza Blenheim. Questi erano più grossi dei moderni Spaniels ed erano usati per stanare le beccacce- da cui il nome di “Cocker” che sembra possa derivare dal nome dell’uccello “woodcock-beccaccia” o dall’espressione ” to cock”: stanare la selvaggina. 
Il cocker moderno è comunque considerato originario del Galles o del Devonshire. Fu nel 1879, con la nascita di Obo che inizia la vera storia del Cocker moderno. Da questo soggetto che era di manto nero, il proprietario, l’allevatore Farrow, ottenne una lunga lista di campioni che segnarono in modo definitivo l’affermazione della razza.

Fu soltanto nel 1892 che il Kennel Club riconobbe il Cocker Spaniel come una razza a parte; l’ulteriore sviluppo di tale razza data 1901 quando fu abolito il limite di peso. L’anno seguente fu costituito il Cocker Spaniel Club.
Oggi si può affermare che il Cocker Spaniel è il cane più popolare e più diffuso ed è anche, probabilmente, la razza, più amata dagli appassionati. Benchè l’ Inghilterra sia il paese in cui sono allevati il maggior numero di Cocker Spaniel l’esportazione di cani di questa razza ha permesso al Cocker di diffondersi in tutto il mondo.

Ma fu soltanto nel 1892 che il Kennel club riconobbe il Cocker Spaniel come una razza a parte; l’ulteriore sviluppo di tale razza data 1901 quando fu abolito il limite di peso. L’anno seguente fu costituito il Cocker Spaniel Club.

Oggi si può affermare che il Cocker Spaniel è il cane più popolare e più diffuso ed è anche , probabilmente, la razza, più amata dagli appassionati. Benchè l’Inghilterra sia il paese in cui sono allevati il maggior numero di Cocker Spaniel l’esportazione di cani di questa razza ha permesso al Cocker di diffondersi in tutto il mondo.

   

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Utilizziamo cookies per garantire la funzionalita' del sito. Non usiamo nostri cookie di profilazione.
Ci riserviamo di utilizzare cookies di parti terze per statistiche di accesso e condivisione sui social network. Per saperne di piu' consulta la nostra informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.

Direttiva Europea